3497845576  info@pavimentiwpc.com

La Bellezza del Legno all’Esterno Senza Manutenzione

Acqua, Sole e Ghiaccio Zero Problemi

    

Il WPC cos’è?

wpc bamboo colori disponibili

Per capire cos’è il WPC è necessario partire dal suo acronimo, Wood Plastic Composite o legno composito, è un materiale artificiale creato per estrusione a caldo legando scarti di legno polverizzato, nel nostro caso bamboo, a un materiale plastico formato da polimeri e additivi.

Il WPC è un nuovo materiale usato per rivestimenti e pavimentazioni grazie alla sua estrema resistenza è perfetto sia in luoghi pubblici che abitazioni private, per tutte le aree esterne come piscine e i giardini,  balconi, terrazzi e verande.

Grazie a questa composizione  si ottengono doghe e listoni  esteticamente simili al legno naturale, ma resistenti come se fossero delle resine plastiche.

La sua versatilità si rivela una elegante soluzione per recinzioni e rivestimento facciate oltre che per pavimentazioni.

Sono numerosi i vantaggi del WPC rispetto alle soluzioni in legno naturale.

Prima di tutto è estremamente piacevole al tatto quando ci si cammina sopra è sicuro, non si scivola non si spacca e non si crepa coma una qualsiasi doga legno.

Inoltre è estremamente resistente all’abrasione e alle sollecitazione di tipo meccanico.

Cos’è il WPC Anti tarlo e insetti così come inattaccabile dalle muffe e funghi sono ulteriori suoi vantaggi.

Il WPC non deforma e non crea superfici con pericolose spine. Oltretutto è impermeabile all’acqua proprio grazie alla sua natura composita a base di polimeri.

In fine la estrema resistenza ai raggi UV lo fanno diventare il WPC la soluzione perfetta per rivestire aree esterne.

Non subendo il classico effetto di invecchiamento a causa dei raggi solari delle superfici legno l’utilizzo all esterno è consigliato.

Dove utilizzare WPC

Viste le sue caratteristiche, è chiaro che il WPC è una soluzione indicata in ambienti a diretto contatto con l’acqua e con tutti i tipi di climi.

Inoltre questo materiale essendo un estruso può presentarsi in diverse forme adatto per più applicazioni e colorazioni

Il WPC si presta a installazioni dove le condizioni di utilizzo sono più severe per l’usura e stress di tipo meccanico.

Può essere impiegato anche per rivestire facciate, muri perimetrali oppure per realizzare recinzioni.

Il WPC (Wood Plastic Composite) unisce la bellezza naturale del legno con i pregi dei ricercati materiali plastici.

Come è fatto il WPC bamboo?

Il composito in bambù è un prodotto ecosostenibile in quanto utilizza le plastiche (PE) termo fondibili, quelle riciclabili per capirci, permettendo così di ridurre il volume di rifiuti plastici, perfettamente in linea con la direttiva europea 2008/98/CE, e soprattutto di evitare ulteriori consumi di petrolio.

come è fatto il WPC macchina per estrusione materiale composito

La densità del WPC bamboo è tanto elevata da poter essere comparata con il MDF. Il processo di fabbricazione è realizzata per estrusione. 

In ogni caso sono necessarie macchine professionali che lavorino ad alte temperature e pressioni. La composizione della pasta può variare a seconda delle caratteristiche “prestazionali” desiderate dal cliente, in generale il nostro WPC è costituito da un 60% di bamboo, un 30% di HDPE e da un 10% di additivi che rendolo le doghe e il colore delle stesse resistente ai raggi UV.

Dal processo di estrusione è possibile ottenere barre con lunghezze standard che raggiungono anche i 4metri (in genere trattiamo quelle da 2 metri).

Quindi possiamo dire che il WPC è un prodotto inserito in un ampio progetto di ecosostenibilità ambientale e all’insegna dell’ecodesign.

Il WPC consente di avere la naturale eleganza del legno nella finitura superficiale, al tatto, oltre che all’olfatto mantenendo straordinarie prestazioni in termini di sicurezza d’uso.

Infatti  non si scheggia, non fessura né si imbarca, non necessita di manutenzione né di ulteriori trattamenti dopo la posa.

L’ottima resistenza all’acqua e all’umidità del WPC, così come alle aggressioni esterne animali o vegetali quali insetti termiti, funghi e altri microrganismi.

Inoltre non risente delle condizioni climatiche più difficili quali pioggia, neve o gelo, o altri agenti chimici come acidi, alcali, soluzioni saline o clorate.

Infine è riutilizzabile al 100%, perciò salvaguarda l’ambiente.

Come si lavora il WPC?

Il WPC può essere lavorato esattamente come il legno (si può inchiodare, piallare, tagliare, avvitare). Quindi con una semplicissima troncatrice si può realizzare la lavorazione di tavole WPC. Un avvitatore è sufficiente

Meglio il composito con PVC o HDPE?

Per la produzione di questo materiale Composito viene usato legno di BAMBOO riutilizzato e polietilene ad alta densità biocompatibile. 

Alcuni produttori di WPC utilizzano PVC nella mescola plastica invece che HDPE . Questa scelta più economica conferisce però minore resistenza alla doga.

Di seguito riportiamo una tabella di confronto tra i due materiali ed altre materie plastiche rispetto alle diverse proprietà:

tabella comparativa pregi difetti WPC  pro contro PVC contro HDPE